top

menu

VENTOTENE FILM FESTIVAL CHIUDE L’EDIZIONE XXV 24 LUGLIO – 2 AGOSTO 2020

37

Comunicati, Eventi


Pubblicato il 3 Agosto 2020

CHIUDE L’EDIZIONE XXV

24 LUGLIO – 2 AGOSTO 2020 OLTRE 50 PROIEZIONI, ANTEPRIME MONDIALI E PRESENTAZIONI NELLA SPLENDIDA CORNICE DELL’ISOLA PONTINA

PAOLO SORRENTINO “Un’emozione ricevere il Premio Vento d’Europa. Ho sempre avuto un legame molto forte con Ventotene”

“UNDOCUMENTED UNAFRAID” di ARTURO PULIDO È IL TITOLO VINCITORE DEL CONCORSO INTERNAZIONALE #OPENFRONTIERS#

“PAUSA DEL CUORE”VINCE LA COMPETIZIONE #OPENFRONTIERSYOUNG#

Dopo due anni di assenza, dal 24 luglio al 2 agosto 2020, il VENTOTENE FILM FESTIVAL, l’iniziativa ideata e diretta da Loredana Commonara, ha fatto il suo ritorno sull’isola pontina, per una dieci giorni all’insegna di competizioni internazionali, anteprime mondiali ed europee, presentazioni e premiazioni, all’interno di un’edizione ecosostenibile e plastic free.

Willem Dafoe, Terry Gilliam, Pernille Fischer Christensen, Teona Strugar Mitrevska, Paola Cortellesi, Emanuela Rossi: sono solo alcuni dei prestigiosi ospiti che hanno preso parte alla XXV edizione, che si è conclusa nella serata di ieri.

Il 1 agosto è stata la giornata dell’incontro con PAOLO SORRENTINO. Il regista ha ricevuto in questa occasione il prestigioso Premio Vento d’Europa – Wind of Europe International Award, sotto l’Alto Patrocinio del Parlamento Europeo. Nato nel 2013 come riconoscimento internazionale per celebrare la figura di Altiero Spinelli, il premio è itinerante e viene assegnato anche nell’ambito dei principali Festival, dalla Mostra Internazionale d’arte cinematografica di Venezia, ai Festival di Roma, Cannes e Berlino e a New York durante il festival “Italy on screen Today-New York”.

«Ringrazio il Festival per questo premio. Ho un particolare legame con Ventotene, dato che da ragazzo ero un frequentatore abituale di questa splendida isola» ha dichiarato il regista durante l’incontro con il Direttore Artistico Loredana Commonara e la giornalista Silvia Bizio, in collegamento in esclusiva per il Festival. «Sono molto emozionato all’idea di tornare a girare a Napoli per il film di Netflix. In generale nella mia carriera sono sempre stato molto fortunato: sia in televisione che al cinema ho sempre avuto una grande libertà di azzardo e di rischio. Il processo lavorativo è lo stesso, ma una serie televisiva ha ovviamente una lunghezza estenuante». E sui progetti che lo attendono in futuro aggiunge: «Il film che avevo in programma è sempre sul tavolo, dobbiamo solo aspettare che passi questo periodo di incertezza. In futuro mi piacerebbe molto realizzare dei lavori che definirei, più che film di animazione, ‘strane storie con dei gadget’».

Al collegamento è seguita la proiezione dell’episodio 9 della serie The New Pope (2020), ambientato proprio a Ventotene.

Durante la serata conclusiva di domenica 2 agosto, sono stati quindi svelati i vincitori dei due concorsi ospitati dal Festival: “Undocumented Unafraid” (Mex – Usa, 2019) è il titolo vincitore di #OPEN FRONTIERS#, documentario per la regia di Arturo Pulido, con Milton Benitez, Megan Ortiz, Yanina Romero, Joshua Nichols, Alfredo Alvarez,m presentato in anteprima europea al Ventotene Film Festival.

#OPEN FRONTIERS# è la selezione di documentari provenienti da tutto il mondo e valutati dalla giuria formata dalla regista macedone Teona Strugar Mitevska, nel ruolo di Presidente, dal critico cinematografico e regista Mario Sesti, dagli sceneggiatori Salvatore De Mola e Simona Nobile.

Fra gli altri titoli in concorso ricordiamo: Bedu Beddna Naish di Tekla Taidelli (Egitto, Italia) e Unblock Cuba di Sergio Gregori Marugán (Spagna) in anteprima mondiale al Ventotene Film Festival; Sistema Sanità – Le Pietre Scartate di Andrea De Rosa e Mario Pistolese (Italia); Heartwood per la regia di Stefano Petroni (Italia, America Latina).

Pausa del Cuore (Istituto Margherita di Savoia di Roma) è invece il corto vincitore del concorso #OPEN FRONTIERS YOUNG#. Il Premio è stato ritirato da Nicole Rossi (Il Collegio, Pechino Express 2020) e Tommaso Angelino.

Ora che è tutto finito posso dirmi davvero felice di aver voluto perseverare e insistere nell’idea di riprendere il festival – commenta Loredana Commonara, direttrice del Ventotene Film Festival – Era il momento di ricominciare, era il momento di crederci e investire di nuovo, di dare un segnale forte di ripartenza. E il pubblico me ne ha dato conferma: hanno partecipato numerosi ed entusiasti senza perdere mai il riferimento alla situazione che stiamo vivendo. Inoltre sono orgogliosa della programmazione messa in piedi, eclettica, ricca di novità, oltre ai due concorsi, le nuove sezioni e le anteprime mondiali  attenta ai titoli che hanno avuto forti difficoltà distributive. Infine voglio ringraziare ancora una volta i nostri ospiti, Willem Dafoe, Terry Gilliam, Paolo Sorrentino, Paola Cortellesi, Teona Strugar Mitevska, Pernille Fischer Christensen, Emanuela Rossi, che si sono mostrati disponibili a partecipare anche se in collegamento: rinnovo ancora la proposta, la promessa, anzi di accoglierli a Ventotene il prossimo anno. Perché un prossimo anno deve esserci, ci sarà, e ci metteremo subito al lavoro in questo senso”.

Il fitto programma dell’edizione XXV ha visto oltre 50 proiezioni distribuite in 5 fasce orarie e in due diverse location: alle ore 17:00, 19:00, 21:00 presso il Centro Umberto Elia Terracini e alle ore 22:30, 00:00 sulla suggestiva terrazza Granili, di recentissima ristrutturazione.

Agli incontri con i grandi ospiti si sono aggiunte una selezione della produzione internazionale dell’ultimo anno e cinque nuove sezioni speciali:

GREEN PATH, serie di documentari nazionali e internazionali dedicati all’ecologia, all’impegno nella salvaguardia del pianeta, alle energie rinnovabili. In questa sezione i titoli Before The Flood di Fisher Stevens; Chasing Ice di Jeff Orlowski; Antropocene – L’Epoca Umana di Jennifer Baichwal, Edward Burtynsky, Nicholas de Pencier.

REGISTE EUROPEE IN SCENA, una selezione di film di registe europee come il Premio Oscar Vanessa Redgrave (Sea Sorrow, Il Dolore del Mare); Céline Sciamma (Ritratto della giovane in fiamme); Pernille Fischer Christensen (Becoming Astrid); Teona Strugar Mitevska (Dio è donna e si chiama Petrunya) e Isabel Coixet (La casa dei libri).

SEZIONE PROSPETTIVA ITALIA, una selezione della migliore produzione italiana contemporanea. In questa sezione: Tornare di Cristina Comencini, Buio di Emanuela Rossi, Il ladro di giorni di Guido Lombardi, Figli di Giuseppe Bonito, Favolacce di Fabio e Damiano D’Innocenzo, 5 è il numero perfetto di Igor Tuveri.

SEZIONE SCENARIO DOCRitratti di un’isola di Salvatore Braca (anteprima mondiale), Lucus a lucendo – A proposito di Carlo Levi di Alessandra Lancellotti e Enrico Masi, A gift from God di Jørgen Lorentzen e Nefise Özkal Lorentzen (anteprima italiana), Behind The Fences di Tamara Abu Laban (anteprima mondiale), Fine pena mai di Salvatore Braca (anteprima mondiale), L’isola di Raffaele di Luigi Cecinelli, The words of Ventotene Marco Cavallarin, Marco Mensa ed Elisa Mereghetti.

CINEMA E FANTASIA, sezione dedicata a bambini e ragazzi, con film di animazione e non, scelti fra grandi classici e nuove uscite.

Il Ventotene Film Festival viene realizzato grazie al contributo del Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo – Direzione Generale Cinema e Audiovisivo, della Regione Lazio e del Comune di Ventotenesotto l’Alto Patronato del Parlamento Europeo.

Sito ufficiale: 

www.ventotenefilmfestival.com

Clicca qui per scaricare il comunicato

Clicca qui per scaricare il logo

Clicca qui per scaricare il programma VFF 2020

#


twitter