top

menu

Matia Bazar

1024

Artisti


Pubblicato il 23 Maggio 2015

I Matia Bazar nascono artisticamente a Genova nel 1975: Piero Cassano, Aldo Stellita, Carlo Marrale, Giancarlo Golzi e Antonella Ruggiero danno vita ad uno dei gruppi storici della scena musicale italiana. Dopo aver pubblicato una serie di hit Stasera che sera(1975) Per un’ora d’amore (1978) Solo tu (1978) – quest’ultima al primo posto nelle classifiche francesi per quattro settimane con oltre un milione di dischi venduti – VINCONO NEL 1978 IL FESTIVAL DI SANREMO con il suggestivo brano …E dirsi ciao”.

Nel1979 inizia il primo grande cambiamento del sound dei Matia: è il momento della svolta tecno di Fantasia (cd…Berlino, Parigi, Londra…, 1981), dell’elegante “Vacanze romane” (cd TangoPREMIO DELLA CRITICA AL FESTIVAL DI SANREMO 1983 e primo posto in classifica in Germania e Olanda). Sempre nel 1985 con “Ti sento” (cd Melanchòlia, 1985), vendono milioni di copie, consolidando la propria fama internazionale.

Nel 1989 Antonella Ruggiero lascia la band e viene sostituita dalla vocalist Laura Valente con la quale i Matia partecipano a due Festival di Sanremo con Piccoli Giganti (cd Tutto il mondo dei Matia Bazar, 1991) e Dedicato a Te (cd Dove le canzoni si avverano, 1993). Nel 1998 viene a mancare l’amico fraterno Aldo Stellita, bassista e autore storico del gruppo. Giancarlo Golzi ricontatta Piero Cassano, uscito dal gruppo nel 1979, che nel frattempo è divenuto produttore di molti artisti di successo tra cui Eros Ramazzotti. Insieme decidono di occuparsi interamente della nuova formazione del gruppo.

Scoprono la voce di Silvia Mezzanotte, alla quale si unisce Fabio Perversi, giovane arrangiatore e polistrumentista monzese diplomato al Conservatorio. Nel 2000 pubblicano il cd Brivido Caldo”, il cui singolo omonimo incanta la platea sanremese. Sempre al Festival si ripropongono ancora nel 2001 con il brano “Questa nostra grande storia d’amore” piazzandosi al terzo posto e nel 2002  con “Messaggio d’amore”, con la quale vincono il Festival di Sanremo. Seguono due tour in Italia e all’estero, al cui termine Silvia Mezzanotte viene sostituita dalla straordinaria voce di Roberta Faccani. Nel 2005 i Matia Bazar festeggiano il loro trentennale partecipando al 55° FESTIVAL DELLA CANZONE ITALIANA con il brano Grido d’amore contenuto nell’album PROFILI SVELATI.

Nel luglio 2006 a Venezia ricevono il premio “VENICE MUSIC AWARDS” mentre nel dicembre dello stesso anno ritirano al Campidoglio il prestigioso premio: “PERSONALITÀ EUROPEA 2006”. Nel 2007 pubblicano l’album One1 Two2 Three3 Four4 che ripercorre la storia dei gruppi italiani dagli anni ‘60 fino ai giorni nostri, reinterpretando con la raffinatezza e l’eleganza che sempre li contraddistingue brani storici che hanno lasciato un segno indelebile nella musica italiana: da Ho in mente te dellEQUIPE 84 Ragazzo di strada de I CORVI, passando attraverso Impressioni di Settembre della PFM, per poi arrivare a Mentre tutto scorre dei NEGRAMARO o a Tutti i miei sbaglidei SUBSONICA per citarne alcuni. Il 21 novembre 2008 viene pubblicato un cofanetto che raccoglie i due volumi di  One1 Two2 Three3 Four4 e un dvd con immagini backstage delle tappe più importanti del tour 2008, a testimonianza di quello “spirito di gruppo” che ha accomunato e accomuna ancora la vita di tante band italiane. Nell’estate del 2009 si è svolto un tour che ha portato i Matia Bazar e i loro grandi successi in giro per l’Italia, l’Europa e il Mondo. Nell’aprile 2010 dopo 5 anni di attività insieme i Matia Bazar decidono di proseguire la propria carriera artistica separatamente da Roberta Faccani.

A settembre 2010 l’annuncio del ritorno di Silvia Mezzanotte nel gruppo e l’uscita il primo di novembre di un nuovo singolo “Gli occhi caldi di Sylvie” che segna la “reunion” dei Matia Bazar; il brano preannuncia la pubblicazione di un nuovo progetto discografico nel 2011 dal titolo Conseguenza Logica, in cui Silvia Mezzanotte torna ad essere interprete di 13 nuove canzoni di pop raffinatissimo, scritte in collaborazione con autori di prestigio quali Adelio Cogliati (autore di Eros Ramazzotti), Massimiliano Pani e Massimo de Divitiis (Neri per caso). E’ un progetto dal respiro internazionale in cui vengono raccontate le innumerevoli sfumature e le imprevedibili trasformazioni dei sentimenti che conducono alla felicità.

I Matia Bazar partecipano per la dodicesima volta nella loro carriera alla 62° edizione del Festival di Sanremo con il brano Sei tu” .

Nella serata “Viva l’Italia” duettano con l’artista internazionale Al Jarreau, coronando il loro sogno grazie all’intervento dell’impresario e manager internazionale Francesco Sanavio.

Si esibiscono interpretando il brano “Speak Softly Love”, famosissimo tema del film “Il Padrino” .

 

DISCOGRAFIA

Matia Bazar 1 (1976)

Gran Bazar (1977)

L’oro Dei Matia Bazar (1977)

Semplicita’ (1978)

Tournee (1979)

Il Tempo Del Sole (1980)

…Berlino…Parigi…Londra (1981)

Tango (1983)

Aristocratica (1984)

Melanchólia (1985)

Meló (1987)

Matia Bazar – Best La prima stella della sera (1988)

Red Corner (1989)

Anime Pigre (1991)

Tutto Il Meglio Dei Matia Bazar (1992)

Dove Le Canzoni Si Avverano (1993)

Radiomatia (1995)

Benvenuti A Sausalito (1997)

Brivido Caldo (2000)

Dolce Canto (2001)

Messaggi Dal Vivo (2002)

Profili Svelati (2005)

One1two2three3Four4 (2007)

One1two2three3Four4 vol. II (2008)

Cofanetto One1two2three3Four….Ciak, vol.1 e vol. 2 e Dvd (2008)

Conseguenza Logica (2011)

 

 

PARTECIPAZIONE DEI MATIA BAZAR AL FESTIVAL DI SANREMO:

“Ma perché” – 1977 

“… E dirsi ciao” – 1978 (Vincitori)

“Vacanze romane” – 1983 (Premio della critica)

“Souvenir” – 1985  (Premio della critica)

“La prima stella della sera” – 1988 

“Piccoli giganti” – 1992

“Dedicato a te” – 1993 

“Brivido caldo” – 2000 

“Questa nostra grande storia d’amore” – 2001 

“Messaggio d’amore” – 2002          (Vincitori)

“Grido d’amore” – 2005 

“Sei tu” – 2012

# # # #