A tre anni dall’ultimo disco (“Evoluzione della Specie2“) Dolcenera presenta il nuovo progetto discografico, il sesto album di inediti dal titolo emblematico: “LE STELLE NON TREMANO” (Universal Music), disponibile nei negozi e nei digital store da venerdì 11 settembre.

“Pochi sanno che questa data, che tutti associano all’attacco alle Torri Gemelle, fu scelta da G andhi nel 1906 per “Satyagraha”, il manifesto della lotta non violenta… La storia di questo album inizia proprio dall’11 settembre.

Le stelle non tremano significa proprio questo… non avere paura!” #Dolcenera

Da Monicelli a Pasolini, da Kant a Platone, da Hesse a G andhi. C’è anche il tema del coraggio e della lealtĂ , dell’amore e della caparbietĂ , della positivitĂ  e della resistenza negli undici brani inediti del nuovo disco della cantautrice salentina: “NIENTE AL MONDO”; “IMMENSO”; “UN PECCATO”; “FIGLI DEL CAOS”; “ACCENDI LO SPIRITO”; “CREDO”; “IL VIAGGIO”; “2VITE”; “FANTASTICA”; “L’ANIMA IN UNA LACRIMA”; “UNIVERSALE”. 

“La ricetta del successo? E’ un equilibrio tra sognare e agire, non tra sognare e sperare” #Monicelli 

L’album, interamente scritto, arrangiato e prodotto dalla stessa artista per K6DN Records, ha un sound “synth dance oriented” spesso contaminato con suoni primitivi, primordiali, che richiamano antiche culture orientali e africane.

Artista di punta della scena musicale italiana, Dolcenera è un personaggio “sui generis”: gr ande capacità di evolversi, di reinventare se stessa e la sua musica, professionista meticolosa, curiosa e passionale. “Le stelle non tremano” parla di tutto questo e di molto altro ancora.

Il concept della cover e del booklet dell’album sono una vera e propria “opera d’arte”, nata dalla collaborazione con l’artista internazionale Guido Daniele, pittore, artista multimediale e body painter, e il fotografo Paolo Cecchin.

Hanno suonato nel disco con Dolcenera (pianoforte e synth): Paolo Valli (batteria e percussioni); Antonio Petruzzelli (basso); Mattia Tedesco (chitarre); Michele Papadia (hammond e piano elettrico); Michele Monestiroli & orchestra (archi); Daniele Moretto (tromba e trombino barocco); Alessio Nava (trombone); Francesco Sighieri (cori).