A 45 ANNI DAL GRANDE SUCCESSO DI “IN SEARCH OF SPACE”

PRESENTANO IL LORO ULTIMO DISCO “THE MACHINE STOPS”

GLI “SPACE EXPLORERS” HAWKWIND

APPRODANO AL “CLOSE TO THE MOON”

8 LUGLIO @ POSTEPAY SOUND – PIAZZOLA SUL BRENTA (PADOVA)

TORNA DOPO UNA LUNGA ASSENZA LA LEGGENDARIA BAND DI CULTO DELLO SPACE ROCK INGLESE

PER UN IMPERDIBILE APPUNTAMENTO A DATA UNICA

Dopo una lunghissima assenza, torna a data unica Dave Brock insieme agli Hawkwind, anello di congiunzione tra la cultura hippie e dello space rock, leggendaria b and di culto inglese fondata nel 1969 dallo stesso Brock e da Lemmy Kilmister, leader dei Motorhead, scomparso di recente.

Non potevano che approdare sulla luna del Close to The Moon Festival gli space explorers Hawkwind. Saranno l’8 luglio sul palco dell’happening rock progressive piĂą atteso della stagione, che in due giorni vede in cartellone i nomi piĂą noti della scena prog, insieme a Belew, Alan Parsons Live Project, Caravan e Focus, allestito nello splendido anfiteatro del Postepay Sound davanti a Villa Contarini di Piazzola sul Brenta (PD).

B and tra le piĂą longeve dell’underground inglese, ispirata da una filosofia anarchica e un suono lisergico, una “comune musicale aperta, anzi spalancata”, come ebbe a definirli la bibbia del prog. Una formazione indipendente e alternativa, sorta nei quartieri allora popolari di Londra e che, nel corso di quasi cinque decenni, ha collezionato formazioni diverse intorno alla figura di Dave Brock e circa 250 pubblicazioni, tra cd live e album in studio, in una discografia da Guinness dei Primati quanto difficile da ordinare.

Un vero e proprio viaggio in tutte le declinazioni del termine, un’esplorazione spaziale “In search of space”, come il titolo dell’album del 1971, il primo successo di pubblico e vendite della b and sino alla Top 20 inglese. Da allora i fedelissimi degli Hawkwind si sono sintonizzati su queste frequenze e hanno seguito la b and nelle esplorazioni ai confini del progressive piĂą rude e primitivo.

A 45 anni da quel primo successo, gli Hawkwind ripassano dall’Italia per un appuntamento unico con un nuovo disco The Machine Stops, che stanno port ando in tour, e in cui riproporranno il loro sound elettronico, ossessivo, con forti radici nella lettura di romanzi di fantascienza, di cui il gruppo è sempre stato appassionato e che ha visto coinvolti anche poeti e scrittori come Michael Moorcock nella creazione dei testi.

Caratterizzati da live con incessanti vortici di suoni, luci e coreografie oniriche, con la presenza sul palco di ballerine e performer, dalle prime perfomance di nudo, pass ando da esperimenti con scenografie costose e complesse in stile Metropolis di Fritz Lang, alle piĂą recenti coreografie ricercate. Ci aspettano certamente delle sorprese nella prima giornata del festival di Piazzola.

Un appuntamento immancabile per gli appassionati del prog in un festival “diffuso”, che comprenderà concerti, mostra mercato del vinile, incontri, esposizioni e proiezioni.

FORMAZIONE

Dave Brock: voce, chitarra, tastiere

Tim Blake: tastiere, theremin moog

Richard Chadwick: batteria

Mr Dibs: violoncello, chitarra baritona, basso

Niall Hone: chitarra, tastiere

Haz Wheaton: basso

Dead Fred: tastiere, violino

 

HAWKWIND – Data unica

8 Luglio@”CLOSE TO THE MOON” – PIAZZOLA SUL BRENTA (PADOVA)

 

“HAWKWIND  #CloserToTheMoon”

Media Partner del festival: RADIO CAPITAL, CLASSIC ROCK e PROG ITALIA

INFORMAZIONI:

www.closetothemoon.com 

www.bpmconcerti.com  – tel 0434-29001 

www.zedlive.com  tel 049-864488

www.musicalbox2-0promotion.it 

Pagina Facebook: Close to the moon

Prevendite: Ticketone: http://goo.gl/Fjre4g – Fast Tickets: http://goo.gl/bcykP3

Apertura porte: ore 17.00