LE CANZONI DELLA NOSTRA VITA

Da “Opera prima” a “Pooh 50 – L’ultimo Abbraccio”: LA DISCOGRAFIA COMPLETA IN UN NUOVO COFANETTO DA COLLEZIONE

Edizione in formato esclusivo con contenuti inediti per ripercorrere i 50 anni di successi della b and

DISPONIBILE SOLO IN EDICOLA DAL 10 GENNAIO

I POOH sono un capitolo fondamentale della storia musicale italiana: impossibile non aver mai cantato uno dei loro numerosi successi, che continuano immancabilmente a incantare il pubblico di ogni generazione.

Ora la discografia completa di una delle b and piĂą famose e longeve del panorama italiano arriva in edicola, dal 10 gennaio, in un nuovo cofanetto da collezione.

Canzone dopo canzone, la collana POOH – Le Canzoni della Nostra Vita, curata da Paolo Maiorino, responsabile del catalogo Sony Music, ripercorrerĂ  tutti gli album in studio e i migliori live in 32 CD (29 CD singoli, 2 doppi e un triplo CD) in un’elegante edizione nell’ultima versione di rimasterizzazione, ampliata da contenuti esclusivi.

Ogni uscita sarĂ  infatti arricchita da un fascicolo, corredato da foto, immagini e interviste inedite in cui gli artisti raccontano aneddoti e curiositĂ  sulla nascita dei brani che li hanno resi celebri.

A dare il via a questa straordinaria collezione, in edicola per 32 settimane, sarà “Opera Prima” (1971), l’album che ha segnato la svolta nella storia artistica della b and, il primo pubblicato con la casa discografica CBS e con il produttore Giancarlo Lucariello, inaugur ando di fatto il nuovo corso dei Pooh, nella formazione composta da Roby Facchinetti, Riccardo Fogli, Dodi Battaglia e Valerio Negrini (a cui, proprio durante il tour di questo disco, sarebbe subentrato Stefano D’Orazio).

Un disco caratterizzato da un incredibile successo – a cui si aggiunge il milione e mezzo di 45 giri venduti – contenente canzoni come “Tanta voglia di lei” – «il piĂą gr ande successo della mia vita» per Dodi Battaglia, scelto per interpretare il brano “Pensiero”, e “Un caffĂ© da Jennifer”, “Tutto alle tre”, “Terra desolata”, “A un minuto dall’amore”, diventato un gr ande classico dei concerti dal vivo e della discografia della b and, “Che favola sei”, “Il primo e l’ultimo uomo”, brano dalle sonoritĂ  prog rock, “Alle nove in centro” e “Opera prima”.

Sono gli stessi membri della b and, nel booklet che accompagna l’uscita, a svelare i retroscena di alcuni dei brani che avrebbero segnato l’inizio della vera gr ande stagione del gruppo, destinata a durare per decenni.

«Il testo originale scritto da Valerio Negrini si intitolava “Meno Male”, ricorda Roby Facchinetti a proposito della genesi di “Tanta Voglia di Lei”, «ma non era ben centrato e, su suggerimento di Lucariello, lo cambiammo e nacque quello che poi è divenuto il testo e il titolo finale». E aggiunge – comment ando la decisione di lanciare il secondo estratto, “Pensiero”, qu ando ancora “Tanta Voglia di Lei” era primo in classifica –  come, in quel caso, proprio «la combinazione di due gr andi successi così diversi tra di loro fu una delle chiavi di quell’incredibile successo».

«La vera storia dei Pooh inizia lì» – dichiara Riccardo Fogli – «con Giancarlo Lucariello e un album, “Opera Prima” destinato a entrare nella storia con la forza delle sue canzoni».

La discografia completa dei Pooh arriverĂ  in edicola dal 10 gennaio, a cadenza settimanale.